Ulcere

Le Ulcere sono lesioni cutanee croniche che non mostrano alcuna tendenza alla riparazione spontanea.

Tali lesioni sono determinate da un arresto della cicatrizzazione causata dell'alterata omeostasi vascolare. Fattori questi che determinano un rallentamento dei processi di ricostruzione della matrice fondamentale e di riepitelizzazione, favorendo infine un processo di necrosi per essiccamento.

Le lesioni croniche sono rappresentate dalle ulcere ischemiche, dalle ulcere diabetiche, da quelle venose e dalle lesioni da decubito che non si rivitalizzano.

 

Ulcere, la diagnosi

La giusta diagnosi è fondamentale per comprendere le cause delle lesioni, il loro trattamento e l’evoluzione della patologia.
È opportuno valutare la sede della lesione, la sua profondità, lo stadio, le condizioni dei margini, la presenza di fistole, le caratteristiche del tessuto necrotico e dell'essudato, i tessuti circostanti, ed infine, quando la lesione è in fase di risoluzione, le caratteristiche del tessuto di granulazione e della riepitelizzazione.

 

Ulcere, trattamenti

I capisaldi per il trattamento delle lesioni, sia acute che croniche possono essere così sintetizzati:

  • Il mantenimento della pressione arteriosa sistemica a livelli ottimali
  • Il riposizionamento del paziente e uso di superfici di supporto
  • La gestione globale del paziente (valutazione delle condizioni fisiche, psicologiche e stato nutrizionale)
  • La gestione della lesione, con rimozione del tessuto necrotico (sbrigliamento o debridement)
  • La detersione della lesione con soluzione salina, evitando l'uso di antisettici
  • La gestione della colonizzazione batterica e delle infezioni
  • L'applicazione di medicazioni che mantengano la lesione detersa e l'ambiente umido, ma la cute circostante asciutta.

 

 
 

 

 

 

© Copyright 2014-17 Angelo Rubiolo. All rights reserved. | Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.