Diabete

diabete

 

È possibile definire il diabete come una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di livelli elevati di glucosio nel sangue, iperglicemia. La causa è un’alterata quantità o funzione dell’insulina.
L’insulina è l’ormone, prodotto dal pancreas, che consente al glucosio l’ingresso nelle cellule e il suo conseguente utilizzo come fonte energetica. Quando questo meccanismo è alterato, il glucosio si accumula nel circolo sanguigno.

È possibile definire diversi tipi di diabete:

Il diabete tipo 1 che insorge in genere nell’infanzia o nell’adolescenza. Il pancreas non produce insulina a causa della distruzione delle cellule ß che producono questo ormone: è quindi necessario che essa venga iniettata ogni giorno e per tutta la vita.

Il diabete tipo 2 è la forma più comune di diabete. Il pancreas è in grado di produrre insulina, ma le cellule dell’organismo non riescono poi a utilizzarla. In genere, la malattia si manifesta dopo i 30-40 anni.

Il diabete gestazionale in cui si misura un elevato livello di glucosio circolante per la prima volta in gravidanza. Questa condizione si verifica nel 4% circa delle gravidanze.

 

Diabete, la diagnosi

Per porre diagnosi basta effettuare la glicemia dopo almeno 8 ore di digiuno, in laboratorio. I valori sono normali se al di sotto di 100 mg/dl (quindi si può dire che non si ha il diabete); se i valori sono compresi tra 100 e 126 mg/dl si parla di alterata glicemia a digiuno che non è diabete, ma che è una condizione a rischio per diabete. Oltre il valore di 126 mg/dl, confermato in due misurazioni, permette di porre diagnosi di diabete. Diabete, la cura Il cardine della terapia del diabete è la dieta che dovrebbe essere priva dei cosiddetti zuccheri a rapido assorbimento (vale a dire i dolci, gelati, caramelle etc..) e con consumo moderato degli zuccheri a lento assorbimento (es. pane, pasta, riso ). Nel caso in cui la sola dietoterapia non dovesse bastare a mantenere un buon compenso glicemico si renderà necessario iniziare una terapia con i farmaci antidiabetici orali seguendo le indicazioni del diabetologo.

Se infine anche con i farmaci antidiabetici orali non si riuscisse a controllare i valori della glicemia si dovrà iniziare una terapia con insulina sottocute.

 
 

 

 

 

© Copyright 2014-17 Angelo Rubiolo. All rights reserved. | Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.